3 Posts

Vi siete mai chiesti come i generatori di numeri casuali a scegliere la fermata? Beh, è veramente caso. È una tendenza umana a cercare degli schemi e cercare di ‘risolvere’ il problema. Slot machine al casinò non funziona cosi ‘. Si fermano quando lo fanno. In modo casuale slots gratis ITALIA. I casinò hanno un vantaggio matematico incorporato sui vari giochi. I simboli di linea di pagamento sono stati selezionati in modo casuale. Partita assicura che si perde a lungo termine. Le probabilità corrispondano a ogni giro. Non importa quando la macchina Ultima colpito uno. Potrebbe essere una volta in tre mesi, che poteva essere tre volte in un mese. Non esiste nessuna scadenza per un colpo. Tutte le striature sono pura possibilità. Una coincidenza.

Le opzioni binarie call/put consistono nel prevedere il futuro andamento del valore di un asset: potete scegliere tra titolo azionario, indice azionario, coppia di valute, materie prime. Bisogna cioè prevedere se il valore aumenterà (rialzo) o diminuirà (ribasso) entro un determinato periodo di tempo “scadenza”, stabilito da voi stessi.

Di seguito i passi da compiere:
1) Scelta dell’ Opzione: si sceglie l’Opzione Alto/Basso o Call/Put, dipende da come viene chiamata dal Broker. Alcuni usano spesso anche il termine High/Low.
2) Scelta dell’ Asset: C I A T R A D I N G [punto] I T di norma la scelta ricade su Valute, Materie Prime, Titoli Azionari, Indici Azionari. A seconda del Broker potrete avere a disposizione una scelta più o meno ampia.
3) Stabilire la Scadenza: di solito le scadenze tra cui scegliere compaiono in un menù a tendina nella schermata dell’Opzione: si va da 60 secondi, passando per 15 minuti, 30 minuti, 1h, fino a 24h o anche 1 settimana. La scadenza rappresenta l’arco di tempo finito il quale la vostra opzione binaria sarà chiusa e verrà calcolato il vostro guadagno o perdita.
4) Scelta Alto/Basso o Call/Put: si sceglie la previsione per l’Opzione Binaria. Le scelte possibili, come suggerisce il nome, sono solo due: una previsione di rialzo o una al ribasso (ovviamente nel prezzo dell’Asset scelto). Solitamente la previsione Alto/Call è rappresentata da una freccia verso l’alto, di colore verde; la previsione Basso/Put viene rappresentata da una freccia verso il basso, di colore rosso.
5)Importo: si sceglie la cifra che si vuole investire sull’Opzione Binaria selezionata. Bisogna sempre rispettare un importo minimo ed uno massimo per ogni singola operazione sulle opzioni binarie. La cifra minima può essere di 10 Euro o 20 Euro e si può arrivare ad un massimo di 5000 Euro o anche 10.000 Euro (alcuni Broker permettono investimenti che superano i 50.000 Euro). La cifra deve rispettare il piano di “Money Management” prestabilito. Perciò bisogna evitare di investire tutto il capitale in una sola operazione.
6)Riepilogo Opzione: una volta inserito l’importo, potete osservare il potenziale guadagno per la vostra Opzione Binaria. Potrete sapere fin dall’inizio il potenziale guadagno o la potenziale perdita. Ricontrollate tutte le impostazioni scelte per l’Opzione Binaria Alto/Basso, per essere sicuri di non aver commesso errori di distrazione.
7)Acquistare l’Opzione: a questo punto, potrete acquistare la vostra opzione binaria. Basterà cliccare sul tasto “Conferma”, “Apply” o”Buy”.
Terminata questa procedura che è comune a tutte le varie piattaforme di trading binario, avrete investito su una Opzione Binaria Alto/Basso trading opzioni binarie. Aspettate quindi scadenza, ed incassate il guadagno o l’eventuale perdita.

Le opzioni binarie Call/Put rappresentano il tipo di Opzioni Binarie con cui si può fare trading in maniera veramente facile. Se siete dei principianti di trading di opzioni binarie, vi consigliamo di utilizzarle per fare esperienza.

Tra leggende metropolitane e realtà, tra promesse facili e truffe dietro l’angolo. La storia del trading online in Italia viaggia su due binari paralleli. Nel mezzo, il grande popolo di internet, di chi è informato e di chi non vuole rischiare sulla propria pelle. Che sia forex o le opzioni binarie, ormai il trading compare dappertutto: nelle mail, nei banner pubblicitari, in alcuni video. Tutto questo advertising sponsorizza in tempi brevi grandi guadagni, come in una perfetta proporzione. Le domande sono tante, i dubbi non sono sempre fugati, e un recente servizio delle Iene ha sdoganato il forex trading online come una truffa. In tal senso, però, quanto riportato nel servizio è stato chiarito da meteofinanza.com, che invece capovolge il “verdetto” televisivo sostenendo che con il forex http://www.eotrading.com/ si possa guadagnare, pur partendo da diversi distinguo.

Ogni trader ha bisogno della propria “cassetta degli attrezzi”: tanto tempo a disposizione, essere in grado di analizzare dal punto di vista tecnico le quotazioni, saper leggere le informazioni sull’andamento del mercato, capire qual è il momento giusto per investire. Anche in questo caso la proporzione è presto fatta: se il tempo a disposizione al giorno è poco, i guadagni non si avvicinano a quelli di uno stipendio fare trading con CFD. In tanti si sono però imbattuti in personaggi che pubblicizzano guadagni fino a 500 euro al giorno con il trading online, ma spesso in questi casi, a particolari abilità nella materia si abbina una buona dose di fortuna. I comuni terrestri potrebbero accumulare guadagni interessanti, ma nessuno potrebbe mai consigliare di abbandonare il proprio posto di lavoro. Certamente, la “saracinesca” del trader è sempre aperta: spesso deve svegliarsi nel cuore della notte per guadagnare, in altri periodi è costretto a “chiudere per ferie”.

Soprattutto quando ci si imbatte nei broker, che dietro la faccia pulita nascondono quasi sempre i panni nei truffatori. Quanto avviene nella realtà è differente da quanto si legge sui vari siti: il broker guadagna da ogni operazione che ogni utente effettua. Ed è per questo motivo che i “suoi” utenti devono essere sempre attivi, e gli aiuta a fare trading online proponendo loro tutorial, corsi e guide tanto complete quanto interessanti sulla materia. In tal modo, anche il più inesperto può, in breve tempo e con molta pratica, cominciare, attraverso il “manuale del perfetto trader”, a fare operazioni interessanti e rischiose. Appena si sente il “profumo” dei soldi, risalgono a galla i rischi di raggiri e truffe, ma a difesa dei trader l’Unione Europea ha stabilito alcune regole sui broker, che devono essere in possesso delle autorizzazioni da parte di organismi di controllo come la Consob: in questo caso l’utente può navigare in assoluta tranquillità, con la certezza che non gli verrà spillato neppure un euro. Opzioni binarie broker 2016 Non è però raro imbattersi in broker privi di certificazione, e spesso risultano essere quei siti con l’advertising più accattivante. Per non finire nella trappola dei broker, l’utente-consumatore deve preoccuparsi della regolarità del sito rispetto alla normativa: solitamente a pubblicità ingannevole e a bonus di benvenuto in denaro corrispondono buone probabilità di essere coinvolti in una truffa. Per evitare spiacevoli inconvenienti, il neofita del trading ha a disposizione online molte risorse per trovare il broker giusto e per incamerare le principali tecniche. Spesso è possibile anche trovare portali che propongono un ranking dei broker disponibili in Italia, ma l’occhio dell’utente deve sempre prestare molta attenzione al rischio-truffa.